#creatività

Il lavoro a maglia come strumento di pace collettiva

Lo sapevi che, anche se non si vedono facilmente in giro, ci sono molte sferruzzatrici che realizzano bellissimi manufatti a maglia in lana o cotone? A differenza di ciò che accadeva da bambini, quando era frequente vedere gomitoli, ferri e sciarpe che si allungavano, oggi questa attività è spesso praticata in un ambiente più intimo e riservato, vuoi per le diverse abitudini rispetto al passato, vuoi per una sorta di pregiudizio verso la “zia che fa la calzetta”… Eppure, tutto questo movimento creativo silenzioso, nascosto, sta per generare qualcosa di enorme, coloratissimo, confortevole e ricco di amore, portatore di una consapevolezza che sta mettendo radici profonde e vitali.

Riscoprire Afrodite può significare riscoprire te stessa

Dal punto di vista archetipico, Afrodite è la dea che esprime e trasmette bellezza e amore, ingredienti fondamentali per creare qualcosa di nuovo, di inaspettato e appassionato, un po’ come i disegni o le torri di mattoncini che costruiscono i bambini. È la dea del qui e ora, che si gusta il presente per quello che è, senza troppe inibizioni per via di incertezze o preoccupazioni. Afrodite è potenzialmente in tutte noi donne, portatrici di creatività e bellezza innata. Riconoscerla in noi, però, non è sempre scontato, ma oggigiorno può addirittura essere necessario, visto che ci troviamo in un’epoca che evolve molto velocemente e che dunque richiede molta creatività per essere vissuta in maniera funzionale.