Quando la passione per le cose buone ti conduce in meravigliosi viaggi

Ho sempre amato viaggiare. Fin da bambina leggevo racconti che parlavano di viaggi e terre lontane. Terminata la scuola ho iniziato subito a lavorare nel settore della comunicazione, gestendo e organizzando eventi. Viaggiavo quasi tutto l’anno, e, quando non era per lavoro, lo facevo per piacere personale. I miei genitori mi dicevano che ero come la mia nonna, sempre con la valigia in mano.

Mentre viaggiavo mi ritagliavo momenti per leggere libri che mi hanno dato l’opportunità di scoprire nuove tecniche per il raggiungimento del benessere complessivo della persona, considerando l’individuo nella sua interezza, tenendo presente tutti i suoi aspetti: fisico, mentale, emotivo, energetico, spirituale. A un certo punto ho sentito il bisogno di fermarmi dal tanto viaggiare, di ritrovare me stessa, il mio posto nel mondo, i miei spazi. Quando mi sono avvicinata alla Kinesiologia* è stato amore a prima vista. Questa tecnica mi ha subito conquistata per la capacità di dialogare con l’intero organismo della persona, dove la sua parte più profonda emerge e ci indica la soluzione più adeguata in quel momento per raggiungere un nuovo stato di benessere. Ho sentito di essere al posto giusto, nel mio nuovo viaggio al servizio dello star bene e della vita.

Così ho lasciato il mio vecchio lavoro, del quale sarò sempre grata, e ho iniziato il cammino nel mondo del benessere personale, della relazione di aiuto. Non è stato facile: dovevo partire da zero, farmi conoscere in un mondo che non sapeva nemmeno cosa fosse la kinesiologia. Non sono mancati momenti di sconforto, ma ho sempre guardato dritto davanti a me, con grande fiducia nella vita e nell’amore.

Sono passati diversi anni, ho fatto molti progressi e sono ancora in cammino. Il segreto del mio successo è stato ascoltare il mio cuore, accettare di chiedere aiuto quando ne avevo bisogno, riconoscere e lasciare andare ciò che non era più per me e accogliere con fiducia ciò che da tempo mi stava aspettando, a volte pur senza sapere cosa.

Nel frattempo ho appreso nuovi strumenti e tecniche, come le costellazioni familiari e le biocostellazioni, la naturopatia e i benefici degli oli essenziali. Ed è pensando a quest’ultima aromatica passione che vorrei concludere regalandoti qualche spunto “profumato”. L’olfatto è un senso antichissimo, fondamentale per la vita, che ci permette di distinguere se un cibo è velenoso o commestibile, di sentire l’odore della mamma, di trovare il partner giusto per noi. Dato il potere dell’olfatto di guidarci nelle emozioni e nelle relazioni, sentire i profumi può farci viaggiare attraverso il mondo dei ricordi, delle sensazioni passate e presenti, inoltre può aiutarci a sostenerci e a portare equilibrio e benessere nella nostra quotidianità.

Siamo entrati nella stagione autunnale, una stagione di transizione in cui le giornate si accorciano, le notti si allungano, e ci portano a trascorre più tempo in casa. Entriamo in contatto con i profumi di questo periodo. Annusa il profumo delle arance o dei mandarini: senti l’energia e il buonumore che trasmettono; il profumo della cannella, che può stimolare la creatività e aumentare la voglia di fare e di relazionarti con gli altri. Il profumo dello zenzero aiuta a essere più presente a te stessa, a prendere in mano la tua vita con coraggio e determinazione; quello dei chiodi di garofano ti dona la forza per dire di sì a te stessa, ad ascoltare le tue esigenze. O ancora la lavanda, della quale magari tieni ancora qualche rametto raccolto durante l’estate appena passata: prova a chiudere gli occhi e ad annusare intensamente il suo profumo, senti come ti aiuta a rilassarti e a sciogliere ogni tensione.

Non sempre abbiamo a disposizione direttamente la pianta aromatica che più ci serve al momento. Estratti dalla pianta con le opportune metodiche, gli oli essenziali (o.e.) diventano prodotti disponibili per la cura del nostro benessere e della nostra bellezza. Ti propongo questa ricetta per preparare un aroma da diffondere in casa in questo periodo autunnale:

2 gocce di o.e. di zenzero o di chiodi di garofano;

3 gocce di o.e. di arancio;

2 gocce di o.e. di cannella.

Verifica sull’etichetta che l’olio sia puro.

*Se sei curiosa di sapere cos’è la kinesiologia e/o per ricevere consigli e consulenze personalizzate, visita il sito www.rossanalazzaroni.com, oppure Facebook https://www.facebook.com/dimensioneolistica (Rossana Lazzaroni Kinesiologa Corpo Mente Anima)

Se desideri degli spunti per esercizi di benessere, visita la mia pagina Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC2NdajRHHRiZPUQksR1_-NA/playlists?view_as=subscriber

Buon viaggio a te, donna in cammino!

Rossana

 

Lascia un commento, se ti fa piacere. Se pensi che questo messaggio possa interessare anche altre donne, condividilo con i tasti qui sotto. 

Se vuoi ricevere la notifica dei commenti a questo articolo registrati usando la checkbox che trovi alla fine della pagina.

A risentirci tra qualche giorno 

Se ti è piaciuto o vuoi condividere questo messaggio usa le icone sotto

2 commenti su “Quando la passione per le cose buone ti conduce in meravigliosi viaggi”

  1. Bellissimo racconto di vita ed emozioni che travolgono l’intera persona , ma che guardandosi bene dentro e ascoltando bene le proprie emozioni ha trovato la sua nuova strada fatta anche di salite , ma come scrive l’autrice : guardando dritto con fiducia e con amore la vita . Anch’io come l’autrice del racconto sto vivendo adesso emozioni forti e sono ferma davanti ad una scelta importante .
    Leggere questo racconto mi ha reso più tranquilla , meno sola , perché non sono l’unica a vivere questo momento di scelta difficile . Ho bisogno anch’io di guardarmi dentro con rispetto e con amore , forse ci vorrà tempo per guardarmi dentro , capire le mie emozioni e accogliere “ il nuovo “guardando dritto con amore , fiducia e gioia ( ed un po’ di tempo ne ho fortunatamente ) .
    Grazie per questo bellissimo racconto di vita capitato al momento giusto 😊

    1. Cara Rossa, questi momenti in cui sentiamo necessario fare una scelta sono comuni a moltissime persone, potenzialmente tutte. Sono i momenti della muta, della trasformazione, che tutti coloro che amano se stessi si trovano ad affrontare, prima o poi. Non possiamo restare in abiti stretti che per tanto tempo abbiamo indossato, se vogliamo continuare a crescere e a vivere…Come il bruco diventa farfalla, la larva diventa libellula, e così via, anche noi possiamo vivere questa grande opportunità. Spesso l’opportunità arriva con una crisi, anche grossa, che a volte può farci addirittura soffrire. Ma il significato della parola “crisi” svela tutto: scelta!
      Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *